Inserisci Viaggio    Pubblicità    Ricarica    Supporto    Contatti    


Trova il tuo Viaggio Organizzato di Gruppo   

seleziona la tua Regione, la tua località di partenza    

Circeo e Isola di Ponza da Trento il 31 agosto – 03 settembre 2017




Titolo del Viaggio: Circeo e Isola di Ponza
Organizzato da: Gitan Viaggi
Data: 31 agosto – 03 settembre 2017
Quota di partecipazione: € 665
Partenza da: Trento
Scheda completa del Viaggio organizzato:
1° GIORNO: ORVIETO – PIANA DELLE ORME – RIVIERA D’ULISSE Pranzo – cena Ritrovo dei Signori Partecipanti e partenza in pullman per Orvieto. Passeggiata con l’accompagnatrice nella bellissima cittadina e visita al Duomo. Partenza verso il Lazio per la visita al Museo Storico di Piana delle Orme, un parco storico tematico realizzato per ospitare una delle COLLEZIONI PIU’ GRANDI ED ETEROGENEE AL MONDO: aerei, carri armati, locomotive, carretti, radio, armi e centinaia di mezzi militari, trattori agricoli, trebbiatrici, tram e corriere, utensili e migliaia di oggetti di ogni tipo. Dedicato al Novecento, il complesso museale rappresenta un viaggio attraverso 50 anni di storia italiana. Trasferimento quindi sulla Riviera d’Ulisse. Blu: il mare. Oro: la sabbia. Verde: i ciuffi di gariga tra i picchi rocciosi. Giallo: le ginestre sulle pendici montuose. Rosso: il sole al tramonto. Qui la natura “racconta” i suoi colori e disegna scenari irripetibili. Evoca sogni di sbarchi saraceni. Carica l’atmosfera di leggenda. E’ un percorso di particolare valore ambientale e paesaggistico, con preziosi giacimenti archeologici (a cominciare dai resti della Villa di Tiberio) e le Torri costiere: Capo Vento, S. Agostino, Scissura, Viola. Sistemazione in hotel. 2° GIORNO: ISOLA DI PONZA prima colazione – pranzo – cena Partenza per l’imbarco alla volta dell’Isola di Ponza. Al largo della costa pontina si incontra l’Isola di Ponza, la “sentinella del Tirreno” circondata da altre piccole Isole: Palmarola Zannone, Gavi e Ventotene. Tour dell’isola in minibus. Il Semaforo, sul monte Guardia, è il punto più alto dell’isola. Le sue spiagge sono frastagliate e per lo più rocciose, composte da caolino e tufi, a dimostrazione (insieme con i numerosi crateri vulcanici spenti ma tutt’oggi riconoscibili) dell’origine vulcanica dell’isola. Famosi sono anche la Scogliera e i Faraglioni di Lucia Rosa, che prendono il nome dalla protagonista di una tragedia realmente accaduta nel XIX secolo. La forma dell’isola è stretta e allungata, e si estende dal Faraglione La Guardia, a sud, alla Punta dell’Incenso, a nord-est, che dà sulla vicina Isola di Gavi; quest’ultima è separata da Ponza da un braccio di mare di appena 120 metri. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d’India e ginestre. Il clima ha caratteristiche subtropicali mediterranee con moderata escursione. Nel pomeriggio giro in barca. Rientro in hotel 3° GIORNO: TERRACINA – S. FELICE CIRCEO – SPERLONGA prima colazione – pranzo – cena Partenza per l’escursione a Terracina: visita al celebre Tempio di Giove Anxur, tempio romano costruito sul monte S. Angelo. Il santuario giunto fino a noi dopo il rifacimento in epoca sillana, comprende una terrazza superiore detta campo trincerato, e una terrazza inferiore, che ospita il grande tempio e il santuario oracolare. Verso ovest si denota una terza terrazza dove vi sono una serie di camere con il soffitto a volta ornate da affreschi. La città è situata nella zona agro pontina al bordo meridionale della pianura stessa sulla costa tirrenica; essa si sviluppa da una propaggine del Monte S. Angelo, dove giace il centro storico, fino al lungo mare Circe. E’ tradizionalmente suddivisa in una città alta dove sorge il centro cittadino con acropoli, e in una città bassa, frutto di una prima espansione in epoca romana verso il porto. Trasferimento a San Felice Circeo, città turistica che sorge sulle pendici orientali del Promontorio del Circeo che, protendendosi nel Tirreno, chiude il golfo di Gaeta. Venne occupata dai romani e divenne un importante luogo in età imperiale: naturalmente fa parte del Parco Nazionale del Circeo, dove flora e fauna protetta regnano sovrane. Nel pomeriggio escursione a Sperlonga: visita del Museo Archeologico Nazionale e della Villa dell’imperatore Tiberio, estesa grotta naturale che si apre nel monte Ciannito ubicata nella famosa villa di Tiberio. Tutto il complesso mostra un’ inclinazione dell’imperatore verso la cultura ellenistica e la poesia omerica. Lo specchio di mare e il promontorio sono in concessione del WWF come oasi marina blu. A Sperlonga, passeggiata nel pittoresco centro storico che deve la sua struttura urbana “arroccata” alle antichissime necessità di difendersi dai corsari che venivano dal mare. Rientro in hotel. 4° GIORNO: ABBAZIA DI FOSSANOVA e rientro prima colazione – pranzo Partenza per Fossanova. Visita dell’abbazia di Fossanova sita in un avvallamento ai piedi dei monti Lepini, tra Priverno e Sonnino. Al visitatore appare in lontananza col suo tiburio a lanterna, il quale, svettando tra i secolari eucaliptus che ne difendono e custodiscono la pace, sembra quasi un richiamo ed un invito alla visita. Nella sua maestosa eleganza e nella solida struttura, l’abbazia rappresenta un vero gioiello di architettura cistercense, prototipo di un gusto nuovo, trapiantato dalla Borgogna nell’Italia centro – meridionale, manifesto di una spiritualità nuova. Nel pomeriggio partenza per il rientro. Arrivo previsto in tarda serata ai luoghi di origine.

Maggiori info su questo viaggio? Compila il form!

Nome:
Email:
Telefono:
Richiesta:

questa offerta scade: 04/09/17



Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



     la Vetrina dei Viaggi Organizzati

     gli Ultimi Viaggi Organizzati